Archivio storico comunale - Inventario


Comune di Castelfranco Veneto -Biblioteca Comunale di Castelfranco Veneto Archivio storico comunale


  • Sede:

    Archivio storico Comune di Castelfranco Veneto
    piazza San Liberale
    31033 CASTELFRANCO VENETO

     

Originariamente conservato presso l’antico palazzo pretorio, l’archivio fu trasferito nell’attuale sede municipale negli ultimi anni del XIX secolo. Lorenzo Puppati riferisce di un incendio che nel 1448 “ridusse in cenere le scritture dell’archivio, di modo che andarono perdute le più antiche memorie di Castel Franco”. Di un secondo incendio risalente al 1572 parla Luigi Camavitto il quale riferisce anche di una devastazione compiuta dalle popolazioni di Godego e Loria a seguito di una rivolta nel 1810. E’ probabile, ma non documentato, che a questi eventi si debba imputare la lacuna che si riscontra nella serie “Reggimenti” per il periodo che va dal 1338, anno del primo insediamento del podestà a Castelfranco, al 1552.

Tra il 1917 e il 1918 a seguito dei bombardamenti austroungarici su Castelfranco parte degli uffici comunali, e con essi parte dell’archivio furono temporaneamente trasferiti a Guastalla, da dove rientrano tra dicembre 1918 e gennaio 1919.

Nel 1952 l’archivio risulta conservato nel sottotetto del Municipio e, stando a quanto riporta il verbale dell’ispezione operata dalla Soprintendenza per gli archivi delle Venezie, in pessime condizioni.

Agli anni settanta risalgono le prime operazioni di trasferimento della sezione “Antico regime” presso i locali della biblioteca comunale, attuale sede dell’archivio.

Dopo alterne vicende, un intervento iniziato nel 1999 ha portato al ricondizionamento, riordinamento ed inventariazione di tutta la documentazione antecedente il 1950.

La consultazione del materiale archivistico avviene, nel rispetto della normativa vigente, in apposita sala riservata al piano primo.

La sala, intitolata all’on. Domenico Sartor (1913-1992), deputato della Costituente e più volte sindaco di Castelfranco Veneto nel secondo dopoguerra, contiene una selezione dei circa 2000 volumi della biblioteca di questa illustre personalità castellana.

La consultazione dei documenti d’archivio comporta la compilazione di una domanda di ammissione e di apposita richiesta per i pezzi da consultare (vedi modulistica in calce).
L’ammissione richiede l’esibizione di un documento di identità ed è strettamente personale.

E’ richiesta la prenotazione telefonica al numero 0423 735676.

Il responsabile del servizio si riserva di escludere dalla consultazione il materiale archivistico in corso di inventariazione e di restauro o in cattivo stato di conservazione.
I documenti archivistici non sono ammessi, di norma, alla fotocopiatura.
A richiesta degli utenti ammessi alla consultazione dell’Archivio si forniscono copie digitali dei documenti, previa compilazione di apposito modulo.

  • Sede:

    piazza San Liberale – Castelfranco Veneto